Distretto: Orvieto

Dagli Etruschi al Gotico

Una città e la sua storia incisa nelle pietre

30/12/18

Orvieto è quella città in cui puoi passeggiare e attraversare la storia, dagli Etruschi (ultima città a cedere di fronte alle armi romane nel 264 a. C. ai consoli Quinto Fabio Massimo e Marco Furio Flacco) al Medioevo.

Mentre stai camminando tra i resti del Tempio etrusco del Belvedere o della Necropoli Etrusca, oppure appena emersi dal Pozzo della Cava, scavato nel tufo proprio dagli Etruschi nel VI secolo a.C., la vista è subito attratta, in tutto il suo splendore di architettura gotica, dal Duomo di Orvieto, con le sue pietre bianche e nere e la vivace facciata ricca di statue e mosaici. All'interno della cattedrale non si può mancare la visita alla Cappella di San Brizio con “Le storie degli ultimi giorni”.

Chi volesse approfondire la storia etrusca di Orvieto, infine, deve trovare il tempo per visitare il Museo Archeologico Nazionale con i reperti rinvenuti durante le fasi di scavo a Campo della Fiera, probabile sito del Fanum Voltumnae, grande santuario confederale del popolo etrusco e il Museo Faina con l'esposizione di reperti etruschi, vasi canopi, vasi attici a figure nere e rosse e tre anfore attribuite ad Exekias, il più grande ceramografo attico, la Venere di Cannicella e la decorazione del frontone del Tempio del Belvedere. Dal secondo piano, inoltre, si può godere di un'insolita quanto spettacolare vista sulla facciata del Duomo.

di Umberto Maiorca

Articoli Correlati